venerdì 14 novembre 2008

Docente per caso


Ho letto ieri sera questa incredibile notizia , secondo la quale gli insegnanti potrebbero avere nei prossimi mesi una riduzione dello stipendio, e per la rabbia quasi non riesco a connettere e ad articolare una parola di reazione accettabile e civile...mi vengono in mente soltanto parolacce. Io mi ritengo un "docente per caso", cioè non avevo la vocazione di fare il professore e non credo che l'avrò mai, ma so di sicuro che metto tutto l'impegno possibile in questo lavoro ,che ho scoperto essere nello stesso tempo entusiasmante e frustrante.

E' entusiasmante per il contatto continuo con le menti giovani e fresche dei ragazzi, che ti fanno spesso disperare, ma ancora più spesso sorridere e ragionare e ti tengono vivo e al passo con i tempi.

E' frustrante quando ti accorgi che alcune di quelle menti giovani e fresche sono più vecchie della mia e io non riesco ad interessarle o a coinvolgerle come vorrei.

Ma è ancora più frustrante se poi leggo che un docente deve avere anche una decurtazione dello stipendio, mentre intanto i nostri cari governanti tagliano posti di lavoro e non le loro retribuzioni esagerate: allora la prima cosa che mi viene in mente è (CENSURA).

Scusate lo sfogo.

9 commenti:

Kikka.... ha detto...

Sfogo più che lecito Martin. La vita a volte è ingiusta, basta saperLe sempre sorridere e non smettere mai di credere nel proprio lavoro. Buona giornata!!!

Iole ha detto...

Ciao MARTIN...
ti capisco. Anch'io due anni fa ho insegnato per un breve periodo in una scuola superiore e devo dire che non è stata una bella esperienza. I giovani d'oggi sono maleducati, "intolleranti" alle regole e poco interessati ad apprendere.
Ciao a presto,
IOLE

ilaria ha detto...

Hai perfettamente ragione...poi la citta' dove viviamo non aiuta di certo lo so!!!!!Lo sfruttamento che ce' qui e' sconvolgente e me ne sono resa ancora piu' conto quando anche addirittura l'Ilva rischia di chiudere.Che fine faremo????bho!!!un bacino!!!!

Luana ha detto...

legittimo lo sfogo Martin, si dovrebbe investire nella formazione, nell'istruzione, perchè è il futuro di un paese....stanno togliendo energie al nostro domani, decurtando gli stipendi degli insegnanti, ma fa parte di tutto un programma di tagli di questo governo, che però i soldi, per salvare le banche li trova, o come dici tu, per pagare i loro stipendi vergognosamente alti e tra di loro di lotta ai fannulloni non se ne parla!
buon fine settimana :)

Martin ha detto...

Vi ringrazio per l'affetto con cui mi seguite in queste mie piccole caotiche note. Un saluto, Martin

Anonimo ha detto...

Caro Martin,
mi dispiace che tu debba essere un docente "per caso" e senza vocazione. Ti apprezzo perchè comunque lavori con impegno e dedizione. Speriamo che le cose vadano meglio e ci siano più persone come te. Ciao Lucy

Martin ha detto...

Ti assicuro,Lucy,che tutti i docenti, "per caso" o non,precari e di ruolo, fanno con onestà e impegno il loro lavoro e secondo me non vengono ricompensati adeguatamente.
Un saluto, Martin

cinzia ha detto...

Molto interessante il tuo blog.
Il tuo sfogo è giustificato, tante volte mi chiedo dove andreamo a finire di questo passo....
Cerco comunque di immaginare un futuro migliore.
A presto, Cinzia

lella ha detto...

meno male ke c'è qualcuno ke difende la nostra categoria.Son contenta di sentire la tua condivisione sull'argomento.Io amo il mio lavoro,ma ultimamente i nostri politici mi stanno veramente
esasperando.........
Ciao Lella

 
© free template